Gli ambienti 

L'acqua è senza dubbio l'elemento più diffuso e importante nell'ambiente del nostro pianeta. Di più, è all’origine della vita sulla Terra. Molti animali hanno dovuto adattarsi all'inquinamento del mare e dei fiumi, fenomeno recentissimo se ragioniamo su scala temporale geologica, riuscendo così a garantirsi la sopravvivenza e stabilendo un certo equilibrio persino con gli esseri umani, colonizzando territori stravolti dai nostri insediamenti a scapito di ecosistemi distrutti per sempre. Altri, invece, non ce l’hanno fatta e sono scomparsi per sempre o sono a rischio di estinzione.

L'inquinamento ambientale è un problema molto serio che mette a dura prova la vita di tutti gli esseri viventi compresa lo nostra. Le cause dell'inquinamento dell’ambiente sono molte e si va dagli scarichi industriali a quelli urbani, dalla dispersione degli idrocarburi all’uso di erbicidi e pesticidi usati in agricoltura, dallo stoccaggio delle scorie radioattive e chimiche agli scarichi delle fogne prive di depuratori. Il mare ed i fiumi hanno delle capacità di autodepurazione che, purtroppo, non sono in grado di controbilanciare i danni da inquinamento. Questo significa che il degrado ambientale aumenta sensibilmente di anno in anno. Il Mediterraneo, poi, è un mare chiuso, e per tale motivo è uno dei mari più inquinati del mondo, dato che il suo tempo stimato per rinnovarsi è di circa 80-100 anni.

tramonto

Come se non bastasse, i pesci devono fronteggiare anche una flotta peschereccia che spinta da sete di guadagno immediato non rinuncia a prelievi indiscriminati e spesso perpetua vere e proprie stragi. E’ il trionfo del tutto e subito, del meglio un uovo oggi che una gallina domani, del miope sfruttamento di una risorsa che andrebbe, invece, salvaguardata a beneficio delle generazioni future. La pressione di pesca eccessiva, il bracconaggio, l’uso di attrezzatura fuorilegge, il mancato rispetto delle misure minime, sono tutti comportamenti che purtroppo riscontriamo quotidianamente e quasi mai vengono sanzionati da quanti sono preposti ai controlli sul rispetto delle leggi che regolano la pesca professionale. Una piaga da cui il nostro mare non è esente, purtroppo.

Nonostante tutto ciò, esistono ancora delle zone, quali il corso del fiume Tevere o alcuni tratti della costa della nostra regione, nelle quali la fauna ittica è presente numerosa. Gli ambienti del litorale romano sono ancora incredibilmente ricchi di vita, una vita sostenuta dal contributo delle acque del fiume Tevere che, pur essendo inquinato, è ricco di sostanze organiche che si pongono alla base della catena alimentare. Così i molti ecosistemi presenti nella zona sono caratterizzati da una gran quantità di animali e vegetali.

Peschereccio
   

Perché ciò non finisca, raccomandiamo a tutti un approccio responsabile e rispettoso dei delicati equilibri esistenti. Per quello che possiamo, non rendiamoci complici dell’inquinamento e del degrado ambientale, non perpetuiamo inutili stragi di piccoli pesci, denunciamo i comportamenti fuori legge.

 

 Il fiume Tevere  La foce del Tevere  La costa
 fiume  foce  minicarta nautica
 Tor Paterno  I relitti  In alto mare
 paterno  relitti  altomare

 

 


CONSIGLIA QUESTA PAGINA:



© 2017 A.S.D. Obiettivo Pesca - Via Piero Foscari, 99 - 00139 - ROMA (RM) - Tel. 335/7510593
Applicazione realizzata e gestita da www.lapoweb.it