Canna da traina Normic 20 lb

   

In questo breve articolo, analizzeremo insieme due modelli di pari libbraggio della italianissima Normic, azienda padovana di Michele Nodari. Si tratta di canne da traina da 20 libbre, la "Gold Regular Trolling" e la "Natural Bait", una versione della "Regular Trolling" realizzata su specifiche di Riccardo Fanelli e commercializzata direttamente dal negozio di quest'ultimo, "Captain Hook" di Roma.

Vediamo subito le poche differenze tra i due modelli, poi nel seguito ne parleremo come se fosse un'unica canna.

Mentre il manico, rivestito di neoprene, è lo stesso in entrambi i modelli, il fusto differisce di circa 4 centimetri, così due metri esatti è la lunghezza completa della canna di serie, poco più lunga l'altra. L'inserimento a baionetta del fusto nel manico è assicurato da una ghiera a vite dorato come anche gli altri componenti. Entrambe le canne sono montate con nove passanti, compreso l'apicale, Pacific Bay a doppio ponte, neri. Il fusto, anch'esso verniciato in nero in entrambe le canne, è decorato con greche differenti, per entrambe in color oro. La scelta cromatica e l'essenzialità delle decorazioni conferisce ad entrambi i modelli un look aggressivo ed al contempo elegante.

L'azione della canna è piuttosto rigida, in grado di contrastare ricciole di mole ma trasmette comunque anche le tocche del più smaliziato dei dentici.

 
 gold regular   regular

Da molti anni utilizziamo con regolarità queste canne per la traina, specificatamente per quella con esca naturale, di superficie per serra e lecce ed a fondo, con la tecnica del piombo guardiano, alla ricerca di dentici, ricciole e cernie. Saltuariamente le abbiamo utilizzate anche con gli artificiali, in altura, con tonni di branco, lampughe, aguglie imperiali ed alalunghe.

La prima caratteristica che si fa apprezzare è la potenza che questa canna è in grado di sprigionare nelle fasi più dure di un combattimento con un pesce di mole. Alla fine della pompata, infatti, la canna è in grado di "ritornare" quasi dritta, riducendone comunque parecchio la piegatura e consentendoci di recuperare un bel pò di lenza ad ogni azione. Ciò consente di forzare il pesce quando riterremo opportuno farlo, per ridurre i tempi di combattimento o per staccare il pesce da un fondale roccioso. Insomma, con questa canna in mano, saremo quasi sempre noi a condurre le danze, dettandone i tempi, mai in balia del pesce in fuga.

La lunghezza della canna, di circa due metri, la rende particolarmente adatta all'uso da piccole imbarcazioni dotate di motori fuoribordo, consentendo una gestione ottimale delle fasi finali del combattimento, anche con pesci che arrivano molto vitali in prossimità della barca.

I materiali utilizzati per l'assemblaggio dell'attrezzo sono di primissima qualità, affidabili e robusti. Dopo anni di utilizzo, le nostre canne appaiono ancora in eccellenti condizioni, non solo di efficienza ma anche esteticamente impeccabili.

L'unico inconveniente occasionalmente occorso è stata la rottura della pietra dell'apicale, ora sostituito, durante il trasporto in auto e per gli urti in navigazione. L'inconveniente, sicuramente da addebitare alla nostra negligenza, non è indicativo di una delicatezza di costruzione nè di qualità inadeguata dei componenti. Ci sentiamo quindi di assolvere la Normic e ci riproponiamo di essere un pò più attenti nel maneggiare le canne.     

    

 

canne normic 

 

Il prezzo, infine, può apparire eccessivo ma è pienamente giustificato dalla alta qualità difficile da trovare in una produzione di serie. Si deve poi considerare che una canna Normic è destinata a durare nel tempo ed è in grado di regalarci tante soddisfazioni. Per questo ne caldeggiamo l'acquisto senza esitazioni per tutti i pescatori che decideranno di dedicarsi alla più affascinante tecnica di pesca in mare dalla barca, la traina col vivo.

                           

 

Torna all'indice delle prove tecniche 

 


CONSIGLIA QUESTA PAGINA:



© 2017 A.S.D. Obiettivo Pesca - Via Piero Foscari, 99 - 00139 - ROMA (RM) - Tel. 335/7510593
Applicazione realizzata e gestita da www.lapoweb.it