Surfata romana

poesia di Stefano Godente 

  

Quanno er sole de Roma lassa li sette colli
E prima che la Luna inargenta l’arberi dei castelli
Quanto è bello trovarsi na sera a riva ar mare
Co quattro amici che se scambieno du parole

Mentre aspetti la testa te fa mille pensieri
Sarà l’ora? E se ce fussi venuto ieri?
Ma poi ariva la dimostrazione
E mentre cell’hai in canna capisci che è m’pescione!

Er core te va forte, e si me scappa?
Ma poi te lo vedi arivà disteso sulla sabbia
E allora nun ce so sordi e nun c’è oro
Che te fa provà quello che provi insieme a loro

Alla fine li saluti soddisfatto
Ma prima d’annà via dai nantra occhiata nder secchio
E nun te pare vero che alla fine de na pescata
Te ne torni a casa con na bella orata


CONSIGLIA QUESTA PAGINA:



© 2017 A.S.D. Obiettivo Pesca - Via Piero Foscari, 99 - 00139 - ROMA (RM) - Tel. 335/7510593
Applicazione realizzata e gestita da www.lapoweb.it