• Obiettivo Pesca

    Informazioni, spunti e riflessioni sulla pesca dalla barca nel mare di Roma
  • Uscite Di Pesca: Ostia - Fiumicino - Tor Paterno

    Traina costiera anche con il vivo - Spinning - Light Drifting - Bolentino - Drifting al Tonno
  • Obiettivo Pesca

    La mia passione e dedizione a questo sport mi ha incentivato a creare uno strumento di informazione aperto a tutti i pescatori
  • DRIFRING AL TONNO ROSSO

    A pesca con Lupus: a caccia al re dei nostri mari: il Tonno Rosso.

La preparazione del Bibi come esca

 

Il bibi è una formidabile esca per molte tecniche di pesca in mare. Il nostro obiettivo è quello di utilizzarlo nella pesca a bolentino, per tanute, saraghi, fragolini e molti altri pesci insidiabili con questa tecnica. Ma è un esca non solo ottima per pescare a bolentino, ma anche per utilizzarlo come innesco per i palamiti, in quanto gradito anche a pesci di taglia quali orate e spigole.

Il bibi è un esca che si trova facilmente in commercio, prevalentemente nei negozi di pesca specializzati e in alcune pescherie. E' un esca che, comprata in grande quantità, ha dei prezzi contenuti, tra i 10 e i 15 euro al kg.

Il bibi è molto gradito nel bolentino. Ha il grande vantaggio di essere un esca molto tenace sull'amo (con lo stesso innesco si possono pescare anche 3-4 pesci) e in proporzione ha un costo molto inferiore ai vari vermi di mare, koreano, americano o muriddu.

Gli và riservato un trattamento particolare primo di portarlo in pesca.
Vediamolo nel dettaglio: 

Il bibi lo troveremo in delle casse di polistirolo (normalmente di peso netto di 5 kg.) avvolto da carta umida per mantenerli vivi. Ci dobbiamo armare di un grosso scolapasta, di una bacinella, di una forbice, di sale e di bustine di plastica trasparenti. Una volta preparato tutto possiamo cominciare con il trattamento del bibi.

Si cominciano a trattare uno a uno i grossi vermi ai quali dobbiamo tagliare con le forbici una delle due estremità, preferibilmente quella dove il bibi trattiene la sabbia (questa parte è facilmente riconoscibile in quanto più scura e più grossa). Praticata l'incisione, bisogna "mungere" il bibi, facendo fuoriuscire l'acqua contenuta al loro interno e con essa gli organi e la sabbia. Acqua e interiora li gettiamo nella bacinella, mentre i bibi puliti li mettiamo nello scolapasta, dove man mano continueranno a perdere il loro liquido.

Preparati tutti i bibi, questi si sistemano in un altra bacinella pulita nel quale verrà  messo un po' di sale fino (non mettete troppo sale altrimenti i bibi non si congeleranno) e mescoliamo il tutto. Si aspetteranno altri 10 minuti poiché, dopo la salatura, i bibi continueranno a perdere altro liquido.

Trascorsa questa fase, i bibi si sistemeranno in delle piccole bustine trasparenti, dividendoli in "porzioni" utili per affrontare un'intera pescata. Considerate che, al momento della pescata, il bibi andrà tagliato a striscioline e con un solo bibi si possono pescare anche 15-20 pesci.

Una volta sistemato nelle bustine, metteremo i bibi nel freezer e ce li avremo belli e pronti per quando vorremo uscire a pesca.